NAPOLI: “IL MIGLIO SACRO”,

Passeggiata alla scoperta degli 8 tesori del Rione Sanità In vetrina

Partenze

Dal 02/02/2020 Al 02/02/2020 €80

Richiedi informazioni

Vuoi maggiori informazioni su NAPOLI: “IL MIGLIO SACRO”,?

Non esitare a contattarci, il nostro staff è a tua completa disposizione.

0733 810222

327 3272795

info@atlantideviaggi.com

Categoria viaggio

Soggiorni

Tipologia viaggio

Viaggio di gruppo Tour in bus Luoghi della fede Italia

Mezzo

Bus

Documenti

Carta di identità

Destinazione

Partenze

02/02/2020 - 02/02/2020 €80

Programma

Il Miglio Sacro di Napoli è un itinerario lungo un miglio, che parte dalla tomba di San Gennaro alla scoperta dei tesori del Rione Sanità e permette di ammirare e scoprire in tutta la loro bellezza e magnificenza alcuni dei più importanti siti culturali e artistici.

PROGRAMMA
Appuntamento dei partecipanti alle ore 04:00. Incontro con il pullman e partenza alla volta di NAPOLI. Sosta lungo il percorso per ristoro. Arrivo e trasferimento alle Catacombe di San Gennaro in via Capodimonte. Alle ore 10.15 incontro con la guida e inizio del precorso “IL MIGLIO SACRO”. Per conoscere Napoli in tutte le sue meravigliose e suggestive sfaccettature vengono organizzati numerosi percorsi tematici come il Miglio Sacro, un percorso lungo un miglio alla scoperta dei tesori del Rione Sanità, dalla tomba di San Gennaro fino al suo tesoro. Napoli nasconde innumerevoli siti culturali, artistici e storici che restano sconosciuti a molti, spesso anche ai cittadini stessi. Questo percorso è pensato per la città, per i napoletani, per i visitatori e per i turisti. Percorrere questo itinerario significa andare alla scoperta del Rione Sanità, centro e fulcro della cultura napoletana, rione che ha visto abitare tutti i popoli e che un tempo era zona di passaggio di papi, re e cardinali. Durante il percorso si potranno ammirare numerose chiese, che da luoghi di culto si sono trasformati nel tempo in note gallerie d’arte, case di accoglienza , pace e progettazione. Un quartiere di Napoli che può vantare una storia millenaria e che ancora oggi la racconta ai visitatori attraverso le sue opere , l’arte, le architetture, i suoi tesori. Dall’ingresso delle catacombe si inizia visitando la Basilica dell’Incoronata, dal cui giardino si può accedere alle Catacombe di San Gennaro. La Basilica dell’Incoronata venne costruita in omaggio al quadro della Madre del Buon Consiglio, dipinto nel 1884 e dichiarato “miracoloso”, sembra, infatti, che nello stesso anno pose fine all’epidemia di colera e che poi nel 1906 fermò le ceneri del Vesuvio. Si procede poi alla scoperta delle famose Catacombe di San Gennaro, luogo di culto dove fu conservata la tomba del Santo Patrono di Napoli. Le catacombe, che ospitano le tombe dei primi vescovi di Napoli, sono caratterizzate da ampi spazi e impreziosite da importanti mosaici, affreschi e strutture ottenute dal tufo. All’uscita delle Catacombe si può ammirare la Basilica paleocristiana del V secolo d.C., trasformata in un deposito dell’Ospedale. Si arriva poi al Cimitero delle Fontanelle, conosciuto in tutto il mondo. Questo luogo nato come una cava di tufo scavata nella collina di Materdei, divenne un ossario verso la metà del ‘600, con l’intento di ospitare le vittime delle epidemie di peste e colera che avevano colpito la città di Napoli e decimato la popolazione. Da cimitero si trasformò in un sito di interesse e luogo di culto, quando un gruppo di devoti disposero in ordine le migliaia di ossa e crani. Essendo molte anime senza nome, il popolo le denominò le anime pezzentelle o capuzzelle, che venivano prese “in adozione” dai napoletani vivi, in segno e in richiesta di protezione, una sorta di “reciproco aiuto”. Napoli ha avuto sempre un grande rispetto per questo luogo e ancora oggi i cittadini si recano a visitare un sito di così antica storia considerato oggi l’archivio umano di Napoli. Si prosegue poi visitando La Basilica di Santa Maria della Sanità, conosciuta come la Chiesa del Monacone perché custodisce la statua di San Vincenzo Ferreri, frate domenicano e patrono della Sanità. Vero e proprio museo della pittura napoletana del XVII secolo. Durante il percorso si ha poi la possibilità di visitare alcuni dei Palazzi signorili più famosi di Napoli come Palazzo Sanfelice e Palazzo Spagnuolo. E ancora la Chiesa di Santa Maria dei Vergini fino ad arrivare alla Porta di San Gennaro, l’accesso alla città e accesso alle Catacombe di San Gennaro. Il tour termina nei pressi di Piazza Cavour. Pranzo libero. Pomeriggio per passeggiata libera nel centro storico: “Spaccanapoli”, cuore della città, che percorre il lungo rettifilo che “spacca” il centro partenopeo da ovest ad est, ricalcando il tracciato del decumano inferiore dell’insediamento greco-romano. Sono qui alcuni tra i massimi monumenti tra i quali Santa Chiara, con il meraviglioso chiostro; via San Gregorio Armeno, nel cuore di Spaccanapoli, famosa ovunque per i suoi presepi; Galleria Umberto I, Piazza del Plebiscito, ecc. Alle ore 18:00 circa, inizio del viaggio di ritorno. Soste per ristoro e per la cena libera. Arrivo, fine dei servizi.

Condizioni

Compreso

Viaggio in pullman gran turismo - Guida ed ingressi al “MIGLIO SACRO” – Capogruppo.

Non compreso

I pasti – Tutto quanto non espressamente indicato alla voce “La quota comprende”

Foto

Richiedi informazioni

Vuoi maggiori informazioni su NAPOLI: “IL MIGLIO SACRO”,?

Non esitare a contattarci, il nostro staff è a tua completa disposizione.

0733 810222

327 3272795

info@atlantideviaggi.com

Newsletter

Non lasciarti scappare le nostre migliori offerte e promo, iscriviti alla newsletter.