La necropoli di Cerveteri

Pyrgi, il castello baciato dal mare In vetrina

Partenze

Dal 06/10/2019 Al 06/10/2019 €65

Richiedi informazioni

Vuoi maggiori informazioni su La necropoli di Cerveteri?

Non esitare a contattarci, il nostro staff è a tua completa disposizione.

0733 810222

327 3272795

info@atlantideviaggi.com

Categoria viaggio

Viaggio

Tipologia viaggio

Viaggio di gruppo Tour in bus Italia

Mezzo

Bus

Documenti

Carta di identità

Destinazione

Partenze

06/10/2019 - 06/10/2019 €65

Programma

PROGRAMMA
Appuntamento dei partecipanti alle ore 05,30. Incontro con il pullman e partenza alla volta di CERVETERI. Sosta lungo il percorso per ristoro. Arrivo, incontro con la guida e visita.

CERVETERI e la NECROPOLI DELLA BANDITACCIA. La necropoli etrusca della Banditaccia è posta su un’altura tufacea a nord-ovest di Cerveteri (RM), dal VII secolo a.C. gli Etruschi costruirono tre tipi di sepolture in questa città dei morti: quelle a tumulo, quelle ipogee e quelle “a dado”. Le tombe ricreavano le abitazioni dei defunti dove, la dovizia di particolari degli interni, ha permesso agli archeologi di venire a conoscenza degli usi casalinghi degli Etruschi, tra cui quella più famosa in tutto il mondo: la “Tomba dei Rilievi” paragonabile per importanza alla tomba della Regina Nefertari in Egitto! La Necropoli della Banditaccia è PATRIMONIO UNESCO dal 2004 ed è seconda come importanza solo alla Valle dei Re in Egitto. In questo percorso visiterete i tumuli più famosi della Necropoli della Banditaccia entrando all’interno delle tombe (Tomba dei Capitelli, della Capanna, dei Letti funebri, dei Rilievi, della Cornice, della Casetta, del Colonnello). Al termine della visita, in una sala multimediale, si potrà assistere a proiezioni video con la voce di Piero Angela ed inoltre alcune istallazioni recenti riproducono luci e suoni dentro alcuni monumenti funerari .

Visita al MUSEO ARCHEOLOGICO CERITE. Il Museo di Cerveteri, inaugurato nel 1967 e ricavato nel castello Ruspoli, è situato nel pieno centro storico della cittadina e conserva parte dei rinvenimenti emersi dagli scavi delle necropoli ceretane e dalla zona dell’abitato. La visita procede dal piano inferiore a quello superiore e va iniziata sul lato destro rispetto all’ingresso: in questa sezione le vetrine espongono gli oggetti pertinenti all’occupazione villanoviana del territorio, con particolare riferimento ai corredi provenienti dal sepolcreto del Sorbo. CERI, a nord di Roma, lasciate le rive del mar Tirreno, su uno sperone di tufo vulcanico, appare il Borgo medievale di Ceri, frazione di Cerveteri. Fu fondato nel 1236 su un precedente abitato del VII secolo dagli abitanti della vicina Caere (Cerveteri) abbandonata per una migliore posizione difensiva. Nella Chiesa della Madonna di Ceri, al centro del paese, è possibile ammirare affreschi di scuola romana del XII secolo raffiguranti scene dell’Antico Testamento e storie della vita di San Silvestro. Trasferimento a SANTA SEVERA. Il Castello di Santa Severa (PYRGI) sorge su quella che un tempo era un insediamento etrusco. Imponente sulla spiaggia di sabbia nera, il famoso castello con il suo borgo è un luogo molto attivo. Ma la sua estetica medievale camuffa una storia ben più antica: qui si trovano testimonianze di un insediamento dell’Età del Bronzo, che successivamente si sarebbe evoluto nell’abitato etrusco di Pyrgi. Cittadina citata da Virgilio nell’Eneide, fu frequentata assiduamente da commercianti greci e fenici, per poi divenire colonia romana (Pyrgi è il nome latino, non è noto quello etrusco). L’assimilazione a Roma ha lasciato numerose testimonianze architettoniche e artistiche, tra cui la cinta muraria costruita per fortificarla. Con l’età imperiale, Pyrgi divenne luogo di villeggiatura dei ricchi romani che vi costruirono ville marittime, fu dotata di un acquedotto, vennero modernizzate le banchine del porto. Ma torniamo alla Pyrgi etrusca. Di grande valore è il santuario, che già all’epoca era uno dei più importanti dell’Etruria. Sono due i templi di cui si sono trovati i resti, chiamati tempio A e tempio B. Conservati solo nelle fondazioni, erano decorati con altorilievi in terracotta; importanti sono le lamine d’oro ritrovate, due con incisioni in etrusco e una in punico, che riportano una dedica alla dea Uni. Presso l’area archeologica sorge un Antiquarium dove sono conservati alcuni dei materiali rinvenuti negli scavi. Verso le 18:30 partenza per il rientro. Sosta per la cena libera.

Condizioni

Compreso

Viaggio in pullman gran turismo – Guida intera giornata - Capogruppo.

Non compreso

I pasti - Gli ingressi nei luoghi di visita - Tutto quanto non indicato alla voce “La quota comprende”

Richiedi informazioni

Vuoi maggiori informazioni su La necropoli di Cerveteri?

Non esitare a contattarci, il nostro staff è a tua completa disposizione.

0733 810222

327 3272795

info@atlantideviaggi.com

Newsletter

Non lasciarti scappare le nostre migliori offerte e promo, iscriviti alla newsletter.